Tutti gli articoli di libreriaticinum

Santa Giulitta e San Quirico. Il martirio che commosse il mondo antico

“Questo libro è la risposta alla curiosità di conoscere a fondo la storia di un martirio che si diffuse in modo sorprendente nel mondo medievale, entrando con i nomi dei protagonisti finanche nella toponomastica di molte nazioni e nell’arte di piccole e grandi chiese. Mi ha coinvolto particolarmente la vicenda della chiesa di Santa Maria Antiqua in Roma, per il suo grande destino di eloquente presenza nella storia della Chiesa e dell’Arte; lo stesso destino che attualmente, al suo ritorno alla luce dopo una millenaria sepoltura, la pone anche al centro dell’attenzione del mondo culturale, interessato all’aspetto scientifico di comprendere e conservare l’opera d’arte, in particolare quella pittorica. Quanto agli affreschi del martirio che mi hanno commosso tanto da indurmi all’avventura di questo libro, mi basta sottolineare ancora una volta che essi costituiscono un altro primato di Santa Maria Antiqua, in quanto sono l’espressione di un nuovo stile pittorico che segna il superamento degli astratti moduli bizantini e dà l’avvio ad una evoluzione che porta alla grande pittura italiana, concreta ed espressiva.”

Formato 21×30 cm

92 pag.

Euro 28,00

ISBN 978-88-995740-5-5

La bambina surgelata e altri racconti

Nadia Mogni racconta un mondo di mezzo tra sogno e realtà, dove tutto si confonde. Un mondo a suo modo crudele, dove la solitudine incombe e dove l’amore è difficile e si trasforma in incubo, ossessione, inseguimento, fuga. La metamorfosi in qualcosa di animalesco non è solo metaforica. A volte è un amore immaginato, a volte è un surrogato, spesso frutto solo di un’illusione o dell’immaginazione. Si legge l’amore di una madre che vince con i punti dei surgelati una bambina, o una donna che ama uno spaventapasseri, c’è una giovane che vuol dare un corpo e un volto ad una voce che non la lascia dormire e diventa incubo, e c’è l’amore sognato sopra un cuscino quasi “magico”. La narrativa di Nadia Mogni si gioca su questo confine sottile dove tutto può accadere, tra metamorfosi e frustrazione, dove il desiderio si trasforma anche in violenza e pazzia, dove anche il cuore dell’amato, persa l’aura delle mitologie stilnovistiche, può essere strappato o buttato, oppure ricettacolo di ogni bene, sempre però dentro una realtà allucinata. L’autrice narra un mondo di sogni, di ironie, di riti ancestrali, in una realtà moderna dove la tecnologia incombe e regna solo la solitudine.

Narrativa. Formato 15×21 cm

? pag. 

Euro 10,00

ISBN 978-88-909866-5-9

Ricettario tradizionale della lomellina e del pavese

Questo libro è il completamento di un progetto editoriale: quello sulla tradizione gastronomica di tutta la provincia di Pavia, iniziato con il Ricettario di Voghera e dell’Oltrepò Pavese pubblicato nel maggio del 2014. Mario Maffi ha collaborato di nuovo per l’abbinamento vini-ricette, con una filosofia: il vino non “accompagna” ma “completa” il piatto. Abbiamo cercato le ricette che raccontano la storia e la tradizione di un territorio e abbiamo unito il Pavese con la Lomellina perché ci sono molte similitudini e un’unità di fondo che rende il territorio unico. È una cucina popolare, di marca contadina, povera e ricca al tempo stesso, dove non si è mai buttato via niente e dove ogni stagione ha sempre offerto il meglio per una cucina dai sapori intensi. Un ricettario per tutti coloro che credono nell’importanza delle tradizioni che uniscono il passato con una prospettiva verso il futuro.

 Formato 15×21 cm

272 pag. Interamente a colori

Euro 18,00

ISBN 978-88-995740-1-7

Creare la parola, Creare il mondo. Poeti lusofoni contemporanei

Quando la rivista “Kamen'” mi ha invitato a tradurre e scrivere dei poeti del Portogallo, mi sono trovata a riflettere sulla responsabilità della scelta degli autori, che reputavo più rappresentativi della poesia portoghese contemporanea come Herberto Hélder e António Ramos Rosa. Poi ho deciso di far conoscere altri autori del mondo lusofono, pure loro artefici della lingua portoghese, come Luís Carlos Patraquim, poeta del Mozambico, Arménio Vieira, di Capo Verde e Vittorino Nemesio delle Azzorre. Lo studio dei poeti lusofoni può aprire vie di riflessione sui poeti italiani e viceversa, consentendo di valutare le diverse tradizioni culturali e letterarie dell’Europa e raccontando molteplici dimensioni del fare arte, in un ripensamento dell’umano e dei suoi rapporti col mondo. Poeti che pensano in maniera seria l’arte, la tecnica, i contenuti e che rispettano la responsabilità della parola, il suo peso nella contemporaneità, attraverso l’universalità e l’atemporalità delle diverse sfaccettature dell’esistenza. Poeti lusofoni e italiani. Poeti autentici.

 Formato 15×21 cm

128 pag.

Euro 12,00

ISBN 978-88-909866-8-0