Archivio mensile:marzo 2018

Aforismi scelti

9788899574048_0_0_697_75Descrizione

“Una delle forme con cui si analizzano diversi aspetti della realtà umana sono gli aforismi. Un aforisma è una verità che colpisce piacevolmente il lettore per essere espressa in maniera concisa e inconsueta. La funzione del conciso e dell’inconsueto dovrebbe essere quella di sorprendere e interessare la mente del lettore per essere una verità di cui non era consapevole ma che immediatamente riconosce. Infatti, una comune reazione ad un aforisma è un sorpreso “È vero!” Si potrebbe dire che spesso un aforisma apre una finestra facendoci vedere un diverso paesaggio mentale.” Così scrive Mario Vassalle, viareggino, una delle più importanti figure della ricerca medica internazionale, che fin dal 1955 ha studiato i fenomeni elettrici del cuore presso la State University di New York, dove oggi è Professore Emerito in Fisiologia e Farmacologia. Con questa antologia, che raccoglie il meglio delle sue raccolte di aforismi, Vassalle dimostra come ha saputo distillare il prezioso patrimonio maturato durante tutta la sua lunga vita umana e professionale.

 Formato 12×17 cm

122 pag.

Euro 11,00

ISBN 978-88-995740-4-8

Satire per il nuovo millennio gastronomico

9788899574161_0_0_709_75Descrizione

Tornano i sonetti di Pietro Gramigna detto “Frusta”, personaggio che vive nel romanzo di Guido Conti “Il tramonto sulla pianura”. Pietro Gramigna, dall’aldilà, detta i suoi versi al povero scrittore parmigiano, che sopporta con pazienza la presenza di questo poeta satirico. Di notte Frusta lo sveglia e lo tormenta fino a quando non mette su carta i suoi versi. Il Conti, dunque, lo pubblica di nuovo per fargli un dispetto, vista la qualità ridanciana del suo lavoro, prendendosi così una rivincita verso uno dei suoi personaggi più misteriosi e lo mette al pubblico ludibrio, sicuro che i suoi versi faranno ridere.

Formato 12×17 cm

58tiva pag.

Euro 9,00

ISBN 978-88-995741-6-1

Dialogo sulla poesia

9788899574222_0_0_0_75Descrizione

Un dialogo sulla poesia tra Bertoni e Galaverni, con cinque poesie inedite di Alberto Bertoni e con gli appunti fotografici di Guido Conti che testimonia, attraverso l’iphone, incontri, occasioni, cene tra amici, presentazioni, in un dialogo tra pensiero, memoria, poesia e immagine che stupirà i lettori. Un libro nuovo e diverso, antico ma nello stesso tempo moderno, con tre protagonisti della nostra letteratura: Alberto Bertoni, poeta, ordinario di Letteratura all’Università di Bologna, Roberto Galaverni, critico di poesia per “La Lettura” del “Corriere della Sera” e lo scrittore Guido Conti. Un libro che mette insieme tre protagonisti della letteratura di oggi, che si sono conosciuti all’Aula III della Facoltà di Lettere alla metà degli anni Ottanta e che ancora oggi condividono la passione per la poesia. Un libro a tiratura limitata, esclusivo, per chi legge e crede ancora nella poesia, consigliato soprattutto da bibliofili e bibliomani.

 Formato 15×21 cm

54 pag.

Euro 12,00

ISBN 978-88-995742-2-2

Il Dottor Mabuse

9788899574468_0_0_0_75Descrizione
I “defuntoni”, le “gozzutone”, i “bernoccoluti” e poi ancora figure mostruose come i “porturanghi” una commistione di portinaie e di oranghi, i “gallofanti” un incrocio tra galline ed elefanti. Ma ci sono anche le “zitellone da spiaggia”, le “bustone esplosive” che fanno saltare i reggiseni con gran danno, le “dentierone volanti” e le “tabaccone volanti” di felliniana memoria, varianti di quelle che saranno le vere protagoniste delle vignette di Guareschi di quel periodo: le vedovone e le prevedovone. Sono questi alcuni protagonisti de “Il dottor Mabuse” fumetto disegnato da Giovannino Guareschi, che uscì sul “Bertoldo” in 14 puntate tra il 1936 e il 1937. Oggi, lo riproponiamo per la prima volta nella sua completezza in occasione del cinquantenario della morte del suo autore, avvenuta a Cervia il 22 luglio 1968. Ispirato dal protagonista dei film di Fritz Lang, Mabuse è il simbolo del male e incarna un dittatore senza scrupoli che vuole conquistare il mondo, proprio quando Mussolini e Hitler cominciano a preparare gli eserciti per la seconda guerra mondiale.

 

Formato 30×21 cm

90 pag.

Euro 23,00

ISBN 9788899574468

Nascere con una nuova casa editrice a Voghera vuol dire iniziare un percorso nuovo all’interno della cultura del territorio pavese. La città, terza nella provincia per dimensioni, dopo Pavia e Vigevano, è stata importante via di comunicazione e centro di commerci per secoli (si ritrova addirittura segnata su una carta geografica dell’Italia antica di tremila anni fa), e snodo ferroviario importantissimo per il nord Italia, e deve la sua ricchezza proprio alla sua posizione strategica e al suo ruolo di centro di confluenza di merci, scambi e quindi di cultura.

Storia, conoscenza e tradizioni disegnano un territorio.

I libri portano con sé il passato dei popoli, ne rivelano le abitudini e i riti, raccontano le tradizioni, tracciano la geografia. Il modo di vivere e di vivere la cultura nel vogherese e nel triangolo oltrepadano ha una sua dimensione particolare che si può leggere anche attraverso il suo patrimonio folcloristico, con le sue peculiarità, diverse da altre regioni.

La letteratura, è uno strumento d’identificazione di un paese. La sua storia ne definisce le caratteristiche, sia a livello regionale che nazionale; e anche grazie ad essa si può capire la sua più profonda e vera natura, in quanto specchio dei suoi veri valori.

Abbiamo iniziato il nostro percorso editoriale studiando la tradizione gastronomica. Gli studi di Massimo Montanari sul cibo e la storia d’Italia e le ricerche narrativamente coinvolgenti di Piero Camporesi, per esempio, dimostrano come la cultura gastronomica non sia fatta da aridi ricettari, ma rappresentata da una parte importante della storia e del sapere di un popolo, strumenti indispensabili per definirne i caratteri e l’originalità. Ecco perchè abbiamo pensato ad un libro che raccogliesse tutte queste ricchezze.

Il nostro Oltrepò ha singolarità che ne fanno un luogo davvero unico in Italia e nel mondo per bellezza e ricchezza del paesaggio, ancora per molti aspetti salvaguardato dalla speculazione edilizia e da scelte economico-industriali dissennate, e possiede tutte le caratteristiche per essere considerato un territorio d’eccellenza in Italia.